GBD canne fumarie

Successo Seminario GBD Confartigianato Bergamo

GBD in collaborazione con l'Associazione Artigiani di Bergamo Confartigianato, con la presenza del Comandante dei Vigili del Fuoco di Bergamo, ha organizzato un'importante seminario dedicato a due temi molto importanti: l'obbligo di scarico a tetto e l'incendio tetti causato da canne fumarie.

Quanto sia importante manutenere e ben installare le canne fumarie lo documenta il fatto che, da ottobre a marzo, in provincia di Bergamo si verificano circa due incendi di tetti al giorno, con gravi disagi per i proprietari e conseguenti pesanti responsabilità sulle imprese.
Per fare chiarezza sulle norme, i decreti e i vincoli che contraddistinguono la corretta installazione e la certificazione di tutti gli elementi che compongono un impianto termoidraulico, con particolare riferimento alle canne fumarie, durante l'incontro, promosso dall'area Impiantistica di Confartigianato Bergamo, l'ing. Agatino Carrolo, Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Bergamo, ha tenuto un intervento molto importante che ha approfondito il problema relativo agli incendi dei tetti riportando testimonianze dirette.

Sono poi stati analizzati gli aspetti normativi e tecnici della legge 90/2013 sull'obbligo di scarico a tetto, il DM 37/08, la normativa Uni 10738 sulla verifica degli impianti e la Uni 10683 per gli impianti a biomassa legnosa.

L'obiettivo è quello di consentire a chi opera nel settore di lavorare in piena sicurezza e di conoscere le norme vigenti; essere informati e costantemente aggiornati oggi è fondamentale per far fronte ai possibili errori e alle responsabilità.

Dopo i saluti di Giacinto Giambellini, vice presidente e capo area di Confartigianato Bergamo, i lavori sono stati condotti da tre relatori di GBD Spa: l'esperto normativo Paolo Grisoni; il responsabile progettazione Andrea Mardegan e il tecnico/cantiere e rilievi Rocco Mele.

In conclusione si è instaurato un interessante dibattito che ha mantenuto tutti i partecipanti sulla platea per ben oltre le due ore che erano state previste per trattare questi argomenti.