GBD canne fumarie

Pubblicata la norma UNI 10738 - settembre 2012

Impianti alimentati a gas, per uso domestico, in esercizio - Linee guida per la verifica dell'idoneità al funzionamento in sicurezza

Sommario :

La norma stabilisce i criteri per verificare la sussistenza dei requisisti di sicurezza degli impianti domestici e similari per l'utilizzazione dei gas combustibili, indipendentemente dalla data della loro realizzazione, al fine di stabilire se l'impianto gas (di seguito impianto) verificato può continuare ad essere utilizzato nello stato in cui si trova, senza pregiudicare la sicurezza, ai sensi della leggi vigenti.
La norma tratta esclusivamente gli aspetti di verifica degli impianti e pertanto non può essere utilizzata come norma di progettazione, né d'installazione, né per l'adeguamento degli impianti.
La norma si applica agli impianti per uso domestico o similare alimentati a gas combustibili appartenenti alla Ia, IIa e IIIa famiglia di gas (manifatturato, naturale e GPL), di cui alla UNI EN 437, distribuiti a mezzo rete (UNI 7129) o distribuito mediante bombole/piccoli serbatoi (UNI 7131), asserviti ad apparecchi di utilizzazione (di seguito apparecchi) con singola portata termica nominale ≤35 kW.
La norma si applica a tutti i componenti relativi all'impianto e all'installazione degli apparecchi.
La norma si applica per pressioni di alimentazione degli apparecchi comprese tra un minimo e un massimo in relazione al campo utile di corretto funzionamento, ai sensi della legislazione vigente.
La pressione massima del campo utile di corretto funzionamento degli apparecchi non può essere > 40 mbar per gas con densità relativa d ≤ 0,8 e > 70 mbar per gas con densità relativa d > 0,8.
La norma non si applica agli impianti o a parti di essi soggetti all'applicazione del Decreto Ministeriale 12 aprile 1996.

Il Decreto Ministeriale 22 gennaio 2008 n. 37 prevede la possibilità che un professionista abilitato possa redigere un documento denominato "Dichiarazione di rispondenza" per gli impianti privi della "Dichiarazione di conformità". Non indica però quali sono gli elementi da controllare, cioè non indica i requisiti che devono avere gli impianti e le modalità operative da adottare durante gli accertamenti. 
La nuova UNI 10738:2012 consente agli operatori del settore di valutare lo stato di sicurezza degli impianti esistenti indipendentemente dall'anno di costruzione, comprese le canne fumarie,  ovvero senza tenere conto della norma in vigore all'epoca della realizzazione dell'impianto stesso. La norma è anche uno strumento pratico per valutare lo stato di sicurezza degli impianti durante le operazioni di manutenzione degli apparecchi, quindi i manutentori che normalmente redigono l'allegato "G" potranno esprimere un loro giudizio sullo stato generale dell'impianto anche se chiamati per la sola manutenzione dell'apparecchio stesso

La norma tratta esclusivamente gli aspetti di verifica degli impianti e pertanto non può essere utilizzata come norma di progettazione, né d'installazione, né per l'adeguamento degli impianti.
La norma si applica agli impianti per uso domestico o similare alimentati a gas combustibili appartenenti alla Ia, IIa e IIIa famiglia di gas (manifatturato, naturale e GPL), di cui alla UNI EN 437, distribuiti a mezzo rete (UNI 7129) o distribuito mediante bombole/piccoli serbatoi (UNI 7131), asserviti ad apparecchi di utilizzazione (di seguito apparecchi) con singola portata termica nominale ≤35 kW.